Articoli

Uccise 4 operaie di un maglificio di Barletta dal crollo della palazzina in cui lavoravano
Uccise 4 operaie di un maglificio di Barletta dal crollo della palazzina in cui lavoravano

Barletta. Anno del signore 2011. Oppure no? Il dubbio è legittimo visto che le morti di quattro operaie di un maglificio riportano la memoria indietro nel tempo. Retribuite 3,95€ l'ora, Matilde Doronzo, 32 anni, Giovanna Sardaro, 30 anni, Antonella…

Leggi tutto

È stato reintegrato Dante De Angelis! Solo la lotta paga!
È stato reintegrato Dante De Angelis! Solo la lotta paga!

Dante De Angelis era stato licenziato dalle Ferrovie dello Stato il giorno di ferragosto del 2008. Era stato licenziato perchè aveva osato denunciare pubblicamente le cause degli "spezzamenti" degli Eurostar (in particolare in seguito ad un episodio risalente al 14 Luglio 2008) sollevando un problema di manutenzione non sufficiente da Parte delle FS e quindi di sicurezza sul lavoro.…

Leggi tutto

Ancora omicidi bianchi alle raffinerie Saras... basta morti sul lavoro in Sardigna e dovunque!
Ancora omicidi bianchi alle raffinerie Saras...  basta morti sul lavoro in Sardigna e dovunque!

Nella tarda mattinata del 26 Maggio, presso le raffinerie Saras di Sarroch (Ca), si è consumata l'ennesima “strage bianca” che ha visto coinvolti quattro lavoratori. Tre di questi sono morti: uno di loro era entrato all'interno di una cisterna d'azoto per effettuare un'opera di manutenzione. Ben presto si odono urla strazianti e gli altri tre compagni di lavoro si precipitano per trarre in salvo il collega. Solo uno di questi si salverà svenendo e cadendo dalla scala che conduce in cima alla cisterna.…

Leggi tutto

Comunicato di solidarietà allo SLAICobas
Comunicato di solidarietà allo SLAICobas

Esprimiamo la nostra incondizionata solidarietà ai compagni dello Slai Cobas accusati di aver orchestrato “un’azione squadrista” ai danni del segretario della FIOM/CGIL Rinaldini durante la giornata di mobilitazione di tutti i lavoratori FIAT.

Sappiamo che quello che stanno raccontando i media, che starnazzano pennivendoli, sindacalisti venduti, politici e confindustriali non solo è falso, ma è anche paradossale!

Da una parte i compagni vengono ingiustamente accusati di aver impedito al segretario della FIOM di parlare, dall’altra nessuno ricorda che sono stati propri i sindacati confederali a permettere che i lavoratori dello SLAI di Pomigliano venissero trasferiti nel reparto di Nola, un reparto che tutti sanno essere un vero e proprio CONFINO!…

Leggi tutto

Rete Camere Popolari del Lavoro