[Castel di Leva - Roma] GLS: Unità, determinazione e solidarietà. E i lavoratori vincono!

I corrieri della Gls di Castel di Leva (zona Santa Palomba in Roma) hanno vinto la loro prima lotta!

Gli ingredienti per questa vittoria sono stati l'unità, la determinazione e la solidarietà con la  consapevolezza di gestire in prima persona le vertenze, autorganizzandosi.

blocco gls castel di leva

Ripercorriamo brevemente le tappe di questa lotta che possono essere di incitamento e indicazione per tutti i lavoratori.

- Il magazzino di Castel di Leva è dato in franchising dal colosso dei trasporti GLS alla DFS TRASPORTI che a sua volta utilizza cooperative per la forza lavoro: facchini e corrieri; questi ultimi sono assunti dalla “cooperativa” 3 ASSI (consorzio MT TRASPORTI).
- La volontà dei corrieri di affrontare una vertenza per uniformare le proprie buste paga al Contratto collettivo (CCNL), li ha portati ad abbandonare la tessera dei sindacati collaborativi (Cgil, Cisl, Uil) e autorganizzarsi col SI.COBAS. A dicembre scorso la cooperativa impone un trasferimento punitivo a tre corrieri, tra i più attivi sindacalmente: lo sciopero per respingere l'infame tentativo è immediato, altrettanto immediata è la rottura delle trattative da parte del SI.COBAS.
- La cooperativa 3 Assi decide la linea dura ma la risposta dei corrieri è lo sciopero di giovedì 13 e venerdì 14 febbraio. I danni  alla produzione cominciano a essere ingenti.
- Ancora linea dura della cooperativa che, oltre ad aggressioni verbali e fisiche nei confronti di alcuni corrieri, fa circolare la voce che i corrieri verranno tutti licenziati e manda loro messaggi telefonici di ritenersi in ferie per la settimana successiva.
- “Non un passo indietro”, decidono i corrieri e rilanciano bloccando i camion in uscita martedì 18 sera, mentre mercoledì 19 notte si concentrano presso il centro di smistamento GLS di Fiano Romano impedendo lo spostamento di merci, in queste iniziative sono stati affiancati e sostenuti da altri lavoratori, disoccupati, studenti che sanno che non si deve lasciar passare l'arroganza padronale in un solo punto perché si perde ovunque.
- La stessa notte di mercoledì i lavoratori della Logistica dei Centri di smistamento GLS di Piacenza, Bologna, Padova e Verona, a conoscenza della lotta dei compagni di lavoro di Roma e delle soverchierie dei padroni, decidono che una prova di forza solidale è necessaria e urgente e scioperano dalle 22:00 per circa 5 ore.
- I padroni sono sensibili ai loro profitti, stavolta stanno subendo troppe perdite e... hanno ceduto: tutti i corrieri sono stati reintegrati, le sanzioni punitive annullate, si rendono disponibili a discutere l'adeguamento delle buste paga al CCNL e aprire un tavolo di trattative.

È chiaro per tutti e tutte l'insegnamento che se ne deve trarre. Oggi si può lottare, ci si può autorganizzarsi, si può vincere: alla faccia di tutti i profeti di sventura. È necessaria soltanto la convinzione, che dovremo tutti e tutte far nostra: che tutto ciò che esiste è prodotto da noi lavoratori, che se i lavoratori si fermano, si ferma tutto!, che le merci da sole non camminano se non le muovono i facchini e se non le trasportano i corrieri. Questa è la grande convinzione e forza che ha sostenuto i corrieri e che vale per le vertenze locali così come per obbiettivi più generali così come per cambiare tutta la società.
La solidarietà tra lavoratori, la solidarietà di classe, è uno strumento importantissimo per vincere, per questo i padroni e i media cercano di dissuaderci dall'usarla. In questa vicenda la solidarietà si è trasformata in qualcosa di più: è diventata unità tra chi lavora nella convinzione che l'interesse di un lavoratore è l'interesse di tutti, un torto fatto a un lavoratore è un torto fatto a tutti!

Ma la lotta non è finita. Ora i corrieri hanno assunto il compito di vigilare perché gli impegni presi dai padroni vengano mantenuti, così come hanno espresso la volontà di ricominciare qui e ovunque ci sia prevaricazione e sfruttamento da parte di padroni, comunque travestiti, verso i lavoratori.

Uniti, determinati, solidali e autorganizzati, si vince!

---
sulla lotta alla GLS
- ascolta a puntata 149  di Corrispondenze Operaie
- Continuano i blocci alla GLS - 20/02/2014
- Blocco dei camion alla GLS
- 19/02/2014
- 2 giorni di sciopero dei corrieri della GLS - 16/02/2014

Rete Camere Popolari del Lavoro