[Grottaglie – TA] operai dell’Alenia-Aermacchi in sciopero contro i nuovi turni di lavoro

Non si è fermato a lunedì lo sciopero degli operai dell’Alenia-Aermacchi di Grottaglie, in provincia di Taranto. Si continua con un’ora di sciopero per turno, dopo che sabato e domenica scorsa i lavoratori avevano incrociato le braccia per l’intera giornata.

taranto-sciopero-alenia-aermacchi-contro-nuovi-turni

La protesta, portata avanti da FIOM e Fismic, mentre FIM e UILM hanno preferito defilarsi, è innanzitutto rivolta contro la decisione unilaterale da parte dell’azienda di apportare modifiche ai turni di lavoro delle maestranze. Per raggiungere l’obiettivo della produzione di 77 fusoliere in fibra di carbonio per i Boeing 787 entro la fine del 2013 – questo il motivo dei cambiamenti a sentire il management – gli operai saranno costretti, in uno stabilimento che lavora su tre turni da otto ore l’uno, a 21 turni settimanali a 4 squadre, con l’avvio “di settimane lavorative di 56 ore notturne”. I sindacati, tuttavia, insistono più sull’impossibilità di accettare il metodo adottato dall’azienda, vale a dire l’unilateralità della decisione, piuttosto che sul merito del provvedimento.
Le rivendicazioni, in ogni caso, non si fermano all’orario di lavoro, ma attaccano anche la frammentazione della forza lavoro operata dai vertici aziendali: circa 200 dipendenti sono infatti ‘in somministrazione’, e difficilmente, per le condizioni di ricatto cui sono sottoposti, riescono a solidarizzare con i colleghi. Infine, i lavoratori lamentano errori nelle buste paga, l’assenza di materiale necessario per le lavorazioni e chiedono chiarezza sul proprio futuro.

Fonti:
Agi
Pagina fb della FIOM dell’Alenia-Aermacchi di Taranto
Intervento di un rappresentante FIOM


Rete Camere Popolari del Lavoro