Cosa si muove

  • Aug 15 , 2017

    Gli abitanti della tendopoli di San Ferdinando (tra Rosarno e Gioia Tauro) si stanno organizzando per resistere all'imminente sgombero (18 agosto). Finora le rivendicazioni portate avanti con determinazione durante anni di lotte hanno ricevuto come risposta dallo Stato solo violenza e repressione. Alle ripetute richieste di permessi di soggiorno per tutti, contratti regolari, case e trasporti le istituzioni hanno risposto con la predisposizione di un nuovo campo, circondato da recinzioni, controllato da telecamere e con accessi regolati da badge con foto e impronte digitali. Gli abitanti della tendopoli hanno più volte espresso il loro totale rifiuto a vivere in un luogo che assomiglia a un carcere a tutti gli effetti, dove non è lasciato spazio all'autodeterminazione personale e alla libertà di circolazione, per la costruzione e mantenimento del quale sono stati spesi circa 600000 euro. Loro non si arrendono, ed il 18 agosto sono determinati a far sentire la loro voce, a decidere delle proprie vite. Per questo invitano tutti a far conoscere la loro situazione e a supportarli. Ripubblichiamo il loro appello fatto circolare tramite la rete Campagne in lotta.

  • I lavoratori Hitachi continuano la protesta salendo su una gru a piazza municipio. Oggi l'incontro in prefettura, con l'assenza dell'azienda, non ha portato grandi risultati, se non il tentativo di depotenzare la resistenza dei lavoratori, promettendo possibili negoziazioni solo cessando le azioni di lotta.
    Aug 01 , 2017

    AGGIORNAMENTO VERTENZA HITACHI. SOSTENIAMO I LAVORATORI LICENZIATI, DA DUE GIORNI SU UNA GRU A 40 GRADI!

Cassetta degli attrezzi

Interviste e inchieste

  • nuovo pignone
    Aug 01 , 2017

    Ripubblichiamo questo interessante resoconto della Casa Rossa Occupata di Massa su alcune chiacchiere fatte con lavoratori di una ditta in appalto alla "Nuovo Pignone" di Massa. In un territorio devastato come questo, il lavoro alla "Nuovo Pignone" viene visto come una benedizione, ma, come abbiamo visto in tante occasioni, proprio il bisogno di lavorare a tutti i costi finisce per trasformarsi nel ricatto di condizioni lavorative sempre più inaccettabili. Tanto inaccettabili che prima o poi bisognerà cominciare a metterle in discussione...

  • roma ecare call center condizioni lavoro
    May 11 , 2017
    Quando si parla di recupero crediti istintivamente vorremmo girarci dall'altra parte, e anche quando non ci riguarda direttamente, il sentimento che suscita questa attività è solitamente di fastidio se non di rabbia.
  • Mar 17 , 2017

    Oggi insegnanti e studenti sono scesi in piazza in occasione dello sciopero contro la "Buona scuola" indetto da USB, Cobas, Unicobas, Cub e Anief.

Rete Camere Popolari del Lavoro

Clash City Video

lunedì dalle 12 alle 13