Cosa si muove

  • Dec 05 , 2017

    Non si può lavorare durante le festività. Sembrerebbe uno slogan della protesta che stanno portando avanti i lavoratori e le lavoratrici di Orio Center, per non lavorare il 25 dicembre e poter passare il Natale con le proprie famiglie. Invece a dichiararlo è il tribunale del lavoro di Bergamo, con una sentenza dello scorso 23 novembre. Visto quello che sta succedendo nel centro commerciale a due passi dall’aeroporto potrebbe sembrare una fake news, ma non è così. Andiamo con ordine.

  • Particolare del manifesto dello sciopero
    Nov 22 , 2017

    Giovedì 23 novembre saranno di nuovo in sciopero i lavoratori di Grandi Stazioni Retail, un ex azienda di Ferrovie dello Stato che si occupa della vendita degli spazi commerciali e pubblicitari all'interno delle quattordici stazioni ferroviarie più grandi d'Italia, Lo sciopero si terrà sotto la sede di Ferrovie dello Stato e ad esso parteciperanno anche lavoratori di altre aziende a rischio come Sky, Almaviva e Aci Informatica.

Cassetta degli attrezzi

  • Autisti Atac attaccano info-grafica
    Sep 11 , 2017

    Ogni vertenza di lavoro è uno scontro tra un gruppo di lavoratori e chi l’azienda la possiede o la dirige. È uno scontro tra chi pensa che qualche centinaio di licenziamenti siano un modo per dimagrire i costi, e per chi è il rischio di perdere ogni cosa. Oppure tra chi pensa che aumentare la flessibilità oraria e mettere gli straordinari in banca ore sia efficientare l’utilizzo della manodopera, e chi vede il proprio tempo libero erodersi sempre di più, ed il proprio fisico crollare.
    Non sono solo gli interessi a scontrarsi, ma anche le parole.

  • rete
    Apr 26 , 2017

    Si parte con la rete degli sportelli e delle camere popolari del lavoro!

  • Jan 26 , 2016

    Pubblichiamo un opuscolo tecnico-informativo sulla clausola di salvaguardia del posto di lavoro in caso di cambio  appalto, scritto dal comitato dei lavoratori delle pulizie dell'Università La Sapienza.

     

Interviste e inchieste

  • almaviva milano intervista
    Oct 30 , 2017

    Come Clash City Workers abbiamo seguito da vicino la vicenda dei 1666 licenziati di Almaviva Roma, che sta vivendo una coda drammatica per 43 lavoratrici al rientro dalla maternità. Come è emerso nelle ultime settimane, la stessa spada di Damocle pende sulla testa degli addetti di Almaviva Milano. Identico l'escamotage adottato in questi giorni nei due poli: trasferimento coatto a Rende (Cs), licenziamento per chi non si trasferisce in quella sede, che dista centinaia di chilometri. Un gruppetto di lavoratori di Almaviva Milano ha aperto il corteo dei sindacati di base, in sciopero il 27 ottobre. Ovviamente c'eravamo anche noi e abbiamo colto l'occasione per chiedere a una lavoratrice di spiegarci quanto accaduto nella sede meneghina.

  • parte l'inchiesta sul sito turistico più visitato della città di napoli, i lavoratori denunciano condizioni di lavoro sottopagato, totalmente in nero da parte di una Onlus che fa fatturati da capogiro! dietro un boom turistico dirompente si nasconde uno sfruttamento ed un irregolarità che possono essere combattuti solo con la lotta e la coesione.
    Oct 30 , 2017

    Napoli: i turisti passeggiano. Il 2016 è stato un anno record con circa 3 milioni di visitatori. Tre milioni di passeggiate che si fermano a un ristorante, davanti a un bar, davanti a una pizzeria, dove magari prima c'era una libreria o un negozio di artigiani. I turisti si soffermano sui monumenti, fanno qualche fotografia, si siedono ai tavolini per un caffè o una pizza, partecipano a una visita guidata e poco si preoccupano della vita di chi serve al bar, di chi cucina nel ristorante, di chi illustra i monumenti. Quello che vedono è una città che li accoglie, che diventa più ricca grazie alla loro visita, in uno scambio in cui - pare - che tutti ci guadagnino.

  • nuovo pignone
    Aug 01 , 2017

    Ripubblichiamo questo interessante resoconto della Casa Rossa Occupata di Massa su alcune chiacchiere fatte con lavoratori di una ditta in appalto alla "Nuovo Pignone" di Massa. In un territorio devastato come questo, il lavoro alla "Nuovo Pignone" viene visto come una benedizione, ma, come abbiamo visto in tante occasioni, proprio il bisogno di lavorare a tutti i costi finisce per trasformarsi nel ricatto di condizioni lavorative sempre più inaccettabili. Tanto inaccettabili che prima o poi bisognerà cominciare a metterle in discussione...

Rete Camere Popolari del Lavoro

Clash City Video

lunedì dalle 12 alle 13