[Padova] 4/12 Imprese recuperate. Autogestione operaia in Argentina

argentina-smaller1.jpg

Forza e limiti del movimento delle fabbriche recuperate

In Italia centinaia di siti produttivi, anche di grandi dimensioni, sono stati e vengono sempre più abbandonati: lasciati dai grandi gruppi miltinazionali che cercano un maggiore profitto delocalizzando produzioni e mettendo in concorrenza i lavoratori, come sta succedendo con l'Elecrolux; o dalle piccole e medie imprese schiacciate dalla concorrenza capitalista che in periodi di crisi si fa spietata.

Nel 2001 l'Argentina ha attraversato un periodo di profonda recessione economica e di fuga dei capitali investiti che hanno comportato la chiusura di centinaia di stabilimenti.
In argentina come in Italia se i capitali fuggono i lavoratori che prima sono stati sfruttati fino all'osso rimangono, disoccupati o incastrati in rapporti di lavoro peggiori dei precedenti, ma c'è sempre la possibilità di organizzarsi.

Ne parleremo con Andres Ruggeri dell'università di Buonos Aires

Mercoledì 4 Dicembre ora 17 aula A, dip. Scienze Politiche - Via del Santo, Padova