[Napoli] 17 DIC | Presentazione del manuale di autodifesa "50 Sfumature di Lavoro Nero (e come combatterle)"

Multithumb found errors on this page:

There was a problem loading image 'http://jesopazzo.org/images/iniziative/mani-nero.jpg'
multithumb2 found errors on this page:

There was a problem loading image 'http://jesopazzo.org/images/iniziative/mani-nero.jpg'
multithumb5 found errors on this page:

There was a problem loading image 'http://jesopazzo.org/images/iniziative/mani-nero.jpg'
There was a problem loading image 'http://jesopazzo.org/images/iniziative/mani-nero.jpg'
multithumb4 found errors on this page:

There was a problem loading image 'http://jesopazzo.org/images/iniziative/mani-nero.jpg'
multithumb3 found errors on this page:

There was a problem loading image 'http://jesopazzo.org/images/iniziative/mani-nero.jpg'
copertina-manuale.jpg

Giovedì 17 Dicembre - ore 18:00
Camera Popolare del Lavoro
presso Ex OPG Occupato - Je so' pazzo
via Matteo Renato Imbriani 218

presentazione del

MANUALE DI AUTODIFESA
"50 Sfumature di Lavoro Nero (e come combatterle)"

e organizzazione di una campagna cittadina contro il lavoro nero

evento facebook

Se l’Italia è la patria del lavoro nero, Napoli è la sua capitale.
Abbiamo a che fare tutti i giorni con una realtà lavorativa fatta di diritti, tutele e sicurezza negati, contratti inesistenti o fasulli (il cosiddetto “lavoro grigio”: lavori più ore, con mansioni e retribuzioni differenti da quelle indicate).

Questa situazione riguarda settori e figure lavorative differenti: la commessa che lavora per quattro spiccioli e senza contratto, il barman, il cuoco, il bracciante, l’insegnante della scuola privata, l’operaio della piccola (o grande) fabbrica, solo per elencarne alcuni.

Oggi, se provi a reclamare i tuoi giusti diritti in merito a tempi, modi e orari delle mansioni svolte ti rispondono: “Se non ti sta bene sei fuori! Quella è la porta!”. Se ti ammali, ti fai male, se resti incinta, ti viene detto “è un problema TUO!”. Invece no, da domani dobbiamo farlo diventare un problema LORO: dei padroni, di chi ci sfrutta, di chi, come l’Ispettorato del Lavoro, si rende complice non effettuando i giusti controlli.

Combattere la piaga del lavoro nero non è solo necessario, è possibile: ci sono tanti strumenti da utilizzare sul piano legale per avere una giusta retribuzione o buonuscita, noi abbiamo provato a raccoglierli e spiegarli nel “manualetto di autodifesa” che presenteremo giovedì 17 dicembre. Ma c’è di più: se il singolo lavoratore è isolato e impotente, se ci organizziamo e ci mettiamo assieme per rivendicare i nostri diritti, può cambiare molto. Da soli non possiamo fare nulla, ma tutti uniti siamo una forza!

mani-nero.jpg

Rete Camere Popolari del Lavoro