[USA] Continuano le proteste dei lavoratori dei Fast Food: 139 arresti davanti il quartier generale Mc Donald's

mcdonald-usa.jpg

Ieri pomeriggio, mercoledì 21 Maggio, sono stati arrestati 139 lavoratori che avevano annunciato una giornata di protesta per il meeting annuale degli azionisti di Mc Donald's di stamattina davanti al quartier generale a Oak Brook, in Illinois, dove la polizia è intervenuta in assetto antisommossa sui circa 2000 dimostranti.

I lavoratori,scesi in piazza in divisa da lavoro da circa 33 città americane sono stati affiancati da attivisti e sindacalisti. Tra gli arresti anche quello di Mary Kat Henry, presidente del Service Employees International Union (Sindacato Internazionale degli Impiegati dei Servizi).

I lavoratori e gli attivisti avevano già organizzato lo scorso 15 Maggio la giornata globale contro le grandi catene dei fast food per ottenere salari più equi, più democrazia e giustizia sul posto di lavoro e la possibilità di aderire ad un sindacato senza ritorsioni per potersi battere per i propri diritti. Essi dichiarano di aver scelto Mc Donalds a causa delle sue dimensioni ed influenza: “se possiamo portare McDonald al tavolo, la strada da percorrere sarà molto più facile" affermano i lavoratori.

È evidente il tentativo da parte del grande colosso americano di reprimere qualsiasi forma di dissenso e di oscurare mediaticamente la sua cattiva condotta nei confronti dei dipendenti. Tuttavia la protesta sta assumento un' incisività e una capillarità in tutto il paese e non solo che potrebbe costringere a breve l'azienda a cedere alle rivendicazioni dei lavoratori.

---
leggi anche
- 15 maggio protesta globale contro McDonald&Co.: Fast Food Workers di tutto il mondo unitevi!

---
fonti
- usatoday.com
- kptv.com

Rete Camere Popolari del Lavoro