Solidarietà internazionale alla delegata sindacale di Aelia Poland, aeroporto di Varsavia

polonia-aereoporto.jpg

L'arroganza dei padroni non ha confini: Aelia, la catena internazionale di negozi "duty-free", parte del gruppo Lagardere che vende merci libere da imposte negli aeroporti di tutto il mondo, ha appena licenziato una dipendente dell'aeroporto di Varsavia, colpevole di essersi battuta per condizioni di lavoro migliori iscrivendosi al sindacato Inicjatywa Pracownicza (iniativa operaia).

Anche in Italia conosciamo benissimo storie come questa. Per questo accogliamo e rilanciamo la campagna di solidarietà a cui ci invitano i compagni di IP!

I lavoratori dell’aeroporto di Varsavia protestano contro il licenziamento di una collega sindacalista

da ozzip.pl

I dipendenti dell’Aelia Poland proprietaria di negozi duty-free presso l’aeroporto F. Chopin di Varsavia hanno recentemente costituito la cellula aziendale del sindacato Inicjatywa Pracownicza. Il 7 giugno scorso Anna, la rappresentante sindacale appena eletta dalla neonata RSU, è stata licenziata senza preavviso. Il rapporto di lavoro è stato interrotto unilateralmente da parte dell’azienda “per motivi disciplinari”. Questo tipo di motivazione è possibile in base alla legge polacca solo in caso di “grave violazione degli obblighi contrattuali”, cosa che ne’ si e’ verificata, né è stata documentata dalla società.

Anna è stata licenziata nonostante il sindacato Inicjatywa Pracownicza avesse espresso parere contrario cosa che di per sé è una violazione della legge sui sindacati. Il 27 maggio scorso il direttore genearle dell’Aelia Poland era stato infatti informato della costituzione della cellula aziendale di Inicjatywa Pracownicza.



Il 30 maggio Anna non ha potuto accedere al luogo di lavoro nella zona duty free dell’aeroporto in quanto il datore di lavoro le aveva annullato il necessario badge di accesso. Anna non era stata precedentemente informata del fatto, ne’ dei motivi e non ha potuto lavorare contro la sua volontaà.

La direzione aziendale ha inoltre ignorato le richieste del sindacato di fornire una copia dei regolamenti aziendali (regolamenti interni, dei salari, del fondo sociale) che per legge dovrebbero essere essere a disposizione di tutti i dipendenti. Nella comunicazione di licenziamento l’azienda ha espresso dubbi sullo stato legale della cellula aziendale del sindacato (senza pero’ addurre nessuna ragione a supporto dei dubbi). L’Aelia Poland ha anche fortemente incoraggiato i dipendenti a chiudere la cellula sindacale.

L’Aelia Poland è proprietaria di una catena di negozi duty-free presso gli aeroporti con offerta che varia da giornali e riviste, prodotti duty-free (profumi, cosmetici e alcolici) e servizi aeroportuali. In Polonia i negozi dell’Aelia sono disclocati in sette aeroporti. In tutto il mondo l’Aelia possiede negozi in oltre dieci aeroporti in Francia, cinque in Spagna, in Cina, Australia ed altri paesi Italia compresa con gli aeroporti di Malpensa e Fiumicino (aelia.com/xwiki/bin/view/Groupe/Implantations). A livello globale l’Aelia è di proprietà del gruppo Lagardere Services societa’ leader del commercio al dettaglio nel settore viaggi e turismo. Lagardere è presente in oltre venti paesi in tutto il mondo (lagardere.com/group/worldwide-presence).

Al sindacato Inicjatywa Pracownicza ha aderito circa il 20% dei dipendenti dell’Aelia Poland presso l’aeroporto di Varsavia. Si tratta di impiegati con mansioni di consulenza, vendita, assistenza clienti e servizio cassa, la maggior parte donne. Le loro richieste includono: la possibilità di sedersi per i lavoratori presso gli stand (letteralmente richiesta di sedie), l’introduzione di regole e procedure che garantiscano ai dipendenti di essere trattati dalla società con dignità e rispetto, la comunicazione con ragionevole anticipo di modifiche nei turni, abbigliamento protettivo adeguato per tutti i dipendenti, trasparenza ed informazione riguardo al modo in cui viene gestito il fondo sociale dei dipendenti e nuove regole del fondo stesso.

In segno di protesta contro il licenziamento ingiustificato, le pratiche illegali, le intimidazioni verso i dipendenti ed i membri del sindacato da parte dell’Aelia Poland invitiamo ad una campagna internazionale di solidarietà nei loro confronti. Il sindacato Inicjatywa Pracownicza sta organizzando proteste presso i negozi e gli uffici dell’Aelia in Polonia. Aelia ed il gruppo Lagardere Services hanno sedi in oltre 140 aeroporti in tutto il mondo. Se possibile vi invitiamo ad organizzare proteste e manifestazioni in solidarietà con i dipendenti polacchi presso il vostro aeroporto.



Vi chiediamo inoltre di inviare lettere di protesta al direttore genarale della societa’ con la richista di reintrodurre al lavoro Anna, fermare le repressioni nei confronti dei dipendenti iscritti al sindacato, interrompere tutte le pratiche illegali e le intimidazioni in atto presso l’Aelia Poland. Vi chiediamo anche di mandarci copia dei messaggi all’indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lagardere Services
Frédéric Renault
Executive Vice President
LAGARDERE SERVICES CORPORATE
2, rue Lord Byron - 75008 Paris - France
Phone: (33) 1 42 99 07 00
Fax: (33) 1 42 99 07 07
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Aelia France
Fabrice Berbessou
Executive Vicepresident
Aelia
Tour Prisma
4-6 avenue d'Alsace
92982 Paris La Défense Cedex
France

Aelia Polska
Andrzej Milaszewicz
Managing Director
Al. Jerozolimskie 174
02-486 Warsaw, Poland
T: 0048 22 572 31 87
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Rete Camere Popolari del Lavoro