Guida al controllo della propria posizione contributiva

Il sito dell'Inps ha cambiato leggermente la procedura: allo step 11 la voce "Cruscotto Estratto Conto Generallizato" è stata sostituita con "Fascicolo Previdenziale del Cittadino".

Per il resto è tutto uguale e appena possibile aggiorneremo l'immagine della guida.

ps un rigraziamento a Gaetano per la segnalazione

Tre mesi e un rinnovo, nove mesi e poi via. Sei mesi e rimani dove sei, ma al momento del rinnovo, guarda un po’, l’azienda per la quale stai lavorando ha cambiato nome.

Nella tua vita da lavoratore precario quanti contratti di lavoro hai collezionato?

Probabilmente tanti…sicuramente più di uno! Che te ne sia andato sbattendo la porta o più probabilmente sia stato cacciato con qualche scusa, o che tu stia ancora lavorando, siamo sicuri che di illeciti e vessazioni da parte della tua azienda ne hai da raccontare…

Tra i tanti che le aziende che fanno ricorso ai contratti co.co.pro compiono ai danni dei lavoratori, ce n'è uno particolarmente odioso... Nella busta paga ti hanno trattenuto di mese in mese i contributi per la pensione, le famose trattenute INPS. Tu credi che questo sia garanzia del fatto che l’azienda li ha versati… E invece no!

E’ molto frequente che i piccoli e medi call center, le aziende che contrattano furbescamente con i co.co.pro, trovino nel mancato versamento dei contributi INPS dei lavoratori, un’ulteriore fonte di profitto…

Che fare?

Prima di tutto controllare! Non ci crederai, ma grazie ai servizi online niente più file e lunghe attese nei corridoi dell’INPS, ora è semplicissimo controllare se l’azienda per la quale hai lavorato in passato o quella per cui stai lavorando ora abbia versato DI FATTO i contributi. Ti spiegheremo passo-passo come farlo.

In due parole, per poter controllare i propri contributi si deve utilizzare un PIN. La prima parte di questo PIN si ottiene registrandosi on line sul sito dell’INPS, la seconda viene invece inviata al proprio domicilio via posta dopo qualche giorno dalla stessa INPS.

Ma andiamo con ordine: come prima cosa registriamoci on-line.

Per fare ciò colleghiamoci con il sito dell'inps. http://www.inps.it/

IMPORTANTE: per evitare problemi nella registrazione consigliamo di utilizzare mozilla firefox (scaricabile qui) e di sbloccare (almeno temporaneamente) i popup per il sito dell’INPS. Se siete affezionati al browser di casa Microsoft (qui, buone ragioni per non esserlo!) sappiate che le ultime versioni di Internet Explorer hanno dei sistemi di difesa che bloccano la registrazione!

Per ingrandire le immagini devi avere installata una delle ultime versioni di Adobe flash player e devi cliccare sopra le suddette immagini. Se non vuoi/puoi installare questo programma scarica la guida in formato pdf qui.

 

STEP 1

STEP 2

STEP 3

Una volta sul sito dell'inps clicchiamo su “Servizi Online”

poi su “Richiesta Pin Online”.

Nella pagina che si apre scegliamo “Assegnazione Pin”.

Step1 Step2 Step3

STEP 4

STEP 5

STEP 6

Inseriamo i dati richiesti: codice fiscale (se non ce l’hai a portata di mano calcolalo qui) e la residenza

Compilare con i dati richiesti.

Completata la procedura otterremo la prima parte di un codice PIN.

Step4 Step5 Step6

Appuntata da qualche parte la prima parte del PIN, dovremo attendere qualche giorno che l'INPS ci contatti al numero telefonico che abbiamo indicato. Dopo aver confermato i dati all’operatore dell’INPS via telefono, tramite posta ci arriverà dopo qualche giorno la seconda parte del PIN. Se ciò non dovesse avvenire, o i tempi si allungassero troppo tra una cosa e l’altra, tranquilli! Chiamate gratuitamente al Call Center dell’INPS al numero 803164 e confermate i dati direttamente…

Una volta ottenuta la seconda parte del codice possiamo finalmente controllare il versamento dei contributi.

STEP 7

STEP 8

STEP 9

Ritorniamo sul sito dell'INPS e clicchiamo nuovamente su “Servizi Online”.

Nel menù laterale clicchiamo su “Elenco di Tutti i Servizi”

e nella pagina che si apre andiamo sulla voce “Calcolo Contributivo Eccedente Minimale”.

Step7 Step8 Step9

STEP 10

STEP 11

STEP 12

Nella schermata successiva inseriamo il nostro codice fiscale e il codice PIN completo.

Finalmente siamo entrati nella parte del sito che ci permetterà di controllare la nostra posizione contributiva.

Ora dobbiamo cliccare su “Fascicolo Previdenziale del Cittadino”.

Scegliamo tra le voci del menù laterale “Posizione Assicurativa”

Step10 Step11 Step12

STEP 13

STEP 14

STEP 15

e nel sottomenù clicchiamo su “Estratto Conto”.

Finalmente dopo tanto penare si apre la pagina che contiene una tabella che racchiude la nostra situazione contributiva. Non ci resta quindi altro che incrociare le dita e controllare che ci abbiano sempre versato i contributi.

Per poter uscire dal sito bisogna prima di tutto cliccare su “Chiudi Fascicolo", cliccare su “Logout” e confermare più volte la scelta.

Step13 Step14 Step15

Se per ogni contratto che abbiamo collezionato sono stati versati tutti i contributi allora vuol dire che siamo stati “fortunati”, in caso contrario come prima cosa contattiamo i nostri colleghi e informiamoli della nostra situazione invitandoli a controllare anche la loro posizione contributiva. Se anche loro si trovano nella stessa condizione significa che il vostro datore di lavoro oltre a guadagnare col vostro lavoro vuole aumentare il proprio profitto, a vostro discapito, intascandosi illegalmente i soldi che vi spettano di diritto.

A questo punto sono diverse le strade da intraprendere: fare causa all'azienda, denunciare l'illecito all'INPS, verificare se l'azienda per cui lavoravate esiste ancora, avvisare gli attuali lavoratori della frode che l'azienda opera e organizzare insieme una mobilitazione contro chi è solito vivere sulle spalle dei lavoratori come voi.

Ma prima di tutto contattateci qui per segnalare la vostra situazione, per avere un consiglio, per essere messi in contatto con altri lavoratori che hanno subito la vostra stessa ingiustizia. Solo uniti i lavoratori riusciranno a fare valere i propri diritti.