Cosa si muove

[Bergamo] “Basta sfruttamento”: la protesta dei facchini arriva in città
[Bergamo] “Basta sfruttamento”: la protesta dei facchini arriva in città

Calcinate – Pessime condizioni di lavoro e proteste inascoltate: ecco cosa sta succedendo, oramai da tempo, ai lavoratori del polo logistico Italtrans, dipendenti delle cooperative in appalto di Kamila Srl e Auchan. Le coop non sono poche (CISA, Sbs,…

Leggi tutto

[Video] Continua la lotta Telecom e del settore TLC!
[Video] Continua la lotta Telecom e del settore TLC!

Circa 4000 lavoratori in piazza, Sabato scorso, 25 Febbraio. Una marea ROSSA, come le loro giubbe, quelle dei dipendenti Telecom giunti da tutta Italia in maniera TOTALMENTE AUTORGANIZZATA e col solo supporto dei sindacati di base, per manifestare contro il taglio unilaterale della contrattazione aziendale operato da una dirigenza che si distingue per l'incredibile arroganza. Tutto questo nel silenzio assoluto di giornali e telegiornali. Perché ai media i lavoratori non interessano mai quando alzano la testa, meglio parlarne fintanto che si tratta di raccontarne le tristi e sfortunate vicende, fintanto che rimangono vittime della povertà, dei raggiri, della precarietà. Così da autoavverare la profezia per cui "tanto nessuno fa niente", per cui è meglio pensare ognuno per sé, anche se questo significa sempre di più accontentarsi delle briciole di un sistema che continua a produrre miseria per tanti e opulenza per pochi. Perché quando la propria voce viene soffocata, quando non si riesce a raggiungere tutti quelli a cui ci si vorrebbe e dovrebbe rivolgere - cioè gli altri milioni di lavoratori nelle stesse o peggiori condizioni -, la sensazione è quella di non esistere o quasi. E l'indignazione diventa rancore, rabbia impotente, incapace di trasformarsi in azione.Per questo allora abbiamo provato con questo video a restituire il clima che si respirava in quella piazza.…

Leggi tutto

[Lazio] Autisti Cotral in sciopero, protesta sotto la regione
[Lazio] Autisti Cotral in sciopero, protesta sotto la regione

Gli autisti del trasporto pubblico regionale si sono fermati ieri, contro un nuovo contratto aziendale che prevede un drammatico peggioramento delle condizioni di lavoro e di retribuzione: straordinari finiti in banca ore (con una perdita annuale di 1400-1600 euro), obbligo a svolgere mansioni da controllore, turni che possono arrivare fino a 13 ore, sono alcune delle misure.…

Leggi tutto

Cantare, creare, cultura popolare! Lunedì 27 manifestazione nazionale dei lavoratori dell'Opera!
Cantare, creare, cultura popolare! Lunedì 27 manifestazione nazionale dei lavoratori dell'Opera!

Lunedì 27 ore 10.00 in piazza Montecitorio saremo in piazza insieme a cantanti, ballerini, sarti, macchinisti, operai delle fondazioni lirico-sinfoniche di tutta Italia. Saremo insieme a tutti quelli grazie al cui lavoro invisibile è possibile quello che viene messo in scena. Spettacoli di grande valore impossibili senza il loro lavoro, senza la loro dedizione e la tradizione che portano avanti.…

Leggi tutto

[Napoli] ALMAVIVA : cronaca di un epilogo annunciato
[Napoli] ALMAVIVA : cronaca di un epilogo annunciato

Le prime pagine - anzi praticamente tutte le pagine - dei giornali sono occupate dall’assemblea del PD. Interviste, indiscrezioni, speciali, per capire se la scissione ci sarà. Identikit dei vecchi leader, dei giovani rampanti, ecc.E il paese reale, ancora una volta, sparisce. È così per l’accordo che domani e dopodomani sarà sottoposto a referendum alla sede Almaviva di Napoli. I lavoratori dovranno decidere se accettare o rifiutare la proposta di accordo già siglata da azienda e RSU. Accordo analizzato nello specifico dai lavoratori e dalle lavoratrici di “Almaviva Napoli – Decidiamo Noi!” , che,  nel documento che pubblichiamo di seguito, delineano bene la situazione che gli è stata presentata.…

Leggi tutto

Precari ISTAT: chi lotta vince sempre
Precari ISTAT: chi lotta vince sempre

Ogni tanto una buona notizia arriva anche per noi: i 350 precari dell'ISTAT hanno ottenuto la stabilizzazione al termine di un lungo e determinato percorso di lotta. La loro è una situazione simile alle tante che sentiamo ogni giorno: da anni al servizio di un ente fondamentale per il funzionamento della macchina pubblica, eppure costretti in condizioni lavorative precarie, con il rischio disoccupazione che si avvicinava sempre più.…

Leggi tutto

Rete Camere Popolari del Lavoro