Cosa si muove

[Napoli] La lotta dei lavoratori delle pulizie della metro1
[Napoli] La lotta dei lavoratori delle pulizie della metro1I lavoratori del Consorzio Cns, che riunisce due ditte di pulizie, la Gr e la Gesap che provvedevano alla pulizia delle stazioni della metropolitana linea 1, linea 6 e Funicolari di Napoli, questa mattina (venerdì 17 febbraio) hanno bloccato, come …

Leggi tutto

Vittoria delle lavoratrici OMSA: quando non è solo la lycra che resiste...

La dura lotta cominciata due anni fa dalle 237 lavoratrici OMSA di Faenza ha ottenuto una prima vittoria: l’azienda ha chiesto la Cassa Integrazione Guadagni in deroga oltre il 14 marzo. Sembra assurdo festeggiare per aver ottenuto la cassa integrazione, ma in realtà di fronte alla chiusura dello stabilimento e al conseguente licenziamento delle lavoratrici è un piccolo grande passo… Se non altro adesso le lavoratrici hanno un po’ di tempo, e qualche speranza in più, per ottenere un tavolo di trattative che potrebbe portarle al mantenimento il posto di lavoro.…

Leggi tutto

[Roma] La vittoria dei lavoratori delle pulizie in appalto dell'università ''La Sapienza'' ha tanto da insegnarci...

Ci sono lotte che immediatamente trascendono i limiti del perimetro aziendale in cui si svolgono, piccolo o grande che sia. Ci sono lotte che, seppur non combattute da migliaia di operai, ma da qualche decina di lavoratrici e lavoratori, assumono un'importanza immensa perché, al di là delle ricadute immediate, di un successo o una sconfitta sulla pelle di chi le combatte in prima persona, possono far emergere elementi generalizzabili e utili per far sorgere altri fronti, per indicare un cammino da seguire e - perché no? - per dare morale.…

Leggi tutto

Il caso OMSA: la lycra ''resiste'', ma le lavoratrici ancora di più…

Da alcuni giorni la rete è invasa dalla campagna di boicottaggio alla OMSA (su facebook), storica azienda italiana che dal 1992 fa parte del gruppo Golden Lady, questa campagna organizzata dal basso, assieme a molte altre azioni di lotta delle lavoratrici, sta avendo il merito di riuscire a far parlare di questo caso, ottenendo anche di smuovere il leader italiano della grande distribuzione, la Coop, che, percependo il malcontento nei dei consumatori nei confronti di questa azienda, non esclude l’adesione al boicottaggio (Giovanni Monti, vicepresidente di Coop Adriatica: “A livello formale è possibile che Coop non accetti più come fornitore chi decide di delocalizzare a discapito del territorio”) e di sollecitare a riguardo anche la Regione e il ministro dello sviluppo economico, che ha chiesto a stretto giro un incontro con la Golden Lady.…

Leggi tutto

[Firenze] Un mese di sciopero proclamato dai lavoratori in appalto delle portinerie dell’Università
[Firenze] Un mese di sciopero proclamato dai lavoratori in appalto delle portinerie dell’Università

I lavoratori e le lavoratorici in appalto delle portinerie dell’Università di Firenze, come annunciato, non hanno abbassato la guardia, hanno mantenuto lo stato di agitazione dopo una prima parziale vittoria nel mese di dicembre (il pagamento degli stipendi arretrati), ottenuta solo grazie alla lotta messa in campo e proclamano un intero mese di sciopero a partire da lunedì 16... E CHE IL CAOS SIA!!!

L'esempio della lotta che questi lavoratori e compagni stanno portando avanti merita di essere seguita e supportata: al di là della lotta sindacale, l'organizzazione dal basso ha permesso di sviluppare un intelligenza collettiva che messa al servizio della propia vertenza diventa sperimentazione per le lotte degli altri. Nel caso specifico, di fronte a una contrattualistica complessa e alla difficoltà di rendere, in alcuni settori, lo sciopero classico uno strumento di lotta che abbia serie ripercussioni, a Firenze hanno ragionato su come agire: creare il CAOS, uno sciopero a scacchiera per un intero mese. A "scacchiera" non solo nel senso di spalmare lo sciopero su un tempo lungo ma non necessariamente continuato. Ma nel senso proprio di "tenere in scacco" decidendo volta per volta tempi e modalità...…

Leggi tutto

[Campania] - Hydrogest - Lavoratori degli impianti di depurazione in stato di agitazione
[Campania] - Hydrogest - Lavoratori degli impianti di depurazione in stato di agitazioneOggi, 12 gennaio 2012, i lavoratori dell'impianto di depurazione di Cuma (in provincia di Napoli) sono stati in presidio, all'esterno dello stabilimento. In una regione devastata dal malgoverno delle amministrazioni regionali, provinciali, comunali, di centro-sinistra e di centro-destra e asfissiata dall'attività della criminalità organizzata, l'attività dell'impianto non é stata bloccata, onde evitare ulteriori problemi ambientali (é di qualche giorno fa la condanna della Corte Europea all'Italia per la gestione dei rfiuti in Campania).…

Leggi tutto

Rete Camere Popolari del Lavoro