16 ottobre: sciopero della logistica e giornata di mobilitazione sociale. Picchetti e proteste in tutta Italia!

sciopero della logistica pisa

Oggi è stato convocato dal SI COBAS, ADL COBAS e COBAS LAVORO PRIVATO – sindacati di base da anni protagonisti di lotte importanti nella logistica –, lo sciopero generale del settore. Già ieri notte son cominciati i picchetti, per creare danni alle aziende e ai loro profitti (l’unica lingua che capiscono i padroni), per far sì che lo sciopero fosse vero e nessun crumiro entrasse a lavorare!

Ovviamente ingente è stato anche lo schieramento delle forze dell’ordine, che hanno cercato di impedire i picchetti e hanno fatto pressione ovunque.

All’incredibile mobilitazione dei facchini immigrati e degli altri lavoratori italiani, molti collettivi studenteschi, centri sociali e realtà politiche hanno abbinato una loro mobilitazione. In diverse città d’Italia ci saranno cortei, presidi, azioni di lotta che coinvolgeranno studenti e precari…

Qui ci proponiamo (anche grazie alle dirette di infoaut e radio onda d'urto) di fornirvi una diretta minuto per minuto su quello che sta succedendo, a partire dalle strade in cui siamo presenti. Diamo voce a chi non ha voce, diamo forza alla lotta degli oppressi, costruiamo la mobilitazione al Governo Renzi e alle sue riforme della scuola e del lavoro. Prendiamoci diritti, salario e tutto quello che ci serve per vivere!

Ascolta le interviste raccolte durante la giornata

La diretta

cartolina toscanah 20:40 Cartoline e pensieri operai dalla Toscana: "Ognuno ci mette quello che ha nella lotta di classe.
Ci sono i filosofi, i teorici, gli analisti, gli strateghi, gli addetti alle pubbliche relazioni, i front man, il leader, gli amici del leader e gli amici degli amici del leader, e tutti sono indispensabili.
Noi abbiamo la tuta blu, ci mettiamo quel che possiamo: la faccia e le gambe e se la rivoluzione fallisce la colpa è nostra, non ci alleniamo mai abbastanza. La foto è quel che è, ma rende l'idea, oggi, 2 giri di campo"

h 20:15 Volantinaggio all'ikea di Firenze dopo il corteo operaio in solidarietá coi licenziati di Pisa e Piacenza!

h 19:55 Cesena il corteo arriva in piazza al grido più diritti meno precarietà!

19:00 Firenze Un centinaio di lavoratori provenienti da varie realtà lavoratrici della piana sono in corteo da Ikea fino al magazzino di Ferragamo. "Sfruttamento, precarietà. Il Jobs act non passerá! Uniti ed inflessibili contro il governo Renzi"

h 17:30 Torino Rilasciati anche gli altri 3 manifestanti

h 17:00 Torino Uno dei compagni fermati è stato rilasciato. Altri tre sono, purtroppo, ancora dentro ma dovrebbero essere rilasciati in giornata

h 16:00 Gli studenti occupano la sede del PD della regione campania e i precari B.R.O.S. giungono in corteo a dargli sostegno. Contro il governo renzi, contro il ‪jobsact‬, ‪labuonascuola‬, ‪sbloccaitalia‬... tutti i provvedimenti che questo governo sta continuando a portare avanti. In solidarieta' allo sciopero dei facchini del settore della logistica

 

h 14:05 Si è concluso il corteo dei facchini alla periferia di Roma, nella maggiore zona di concentrazione degli stabilimenti e dello smistamento logistico. il corteo è rimasto compatto fino alla fine, grande intensità in piazza, a detta di tutti una giornata bellissima, che rilancia la lotta all'interno dei magazzini!

h 13:40 Bloccato l'hub della Tiburtina ed aperti i tornanti della metro di Pontemammolo a Roma. Si va ad oltranza! Mentre entra nel terzo giorno l'occupazione della fabbrica Nuroll nel Casertano ed a Palermo vengono occupati gli edifici dell'ERSU, ente regionale per il diritto allo studio.

h 13:19 Autoriduzione in mensa universitaria a Bologna in prosecuzione della campagna Occupy Mensa, mentre a Brescia nuovo concentramento nel pomeriggio in Piazza della Loggia.

h 13:05 Decine e decine le azioni negli ultimi minuti in tutta Italia. A Roma i movimenti per il diritto all'abitare sono sotto Montecitorio per denunciare le nefandezze del decreto sblocca Italia, mentre a Parma è stata occupata la sede di IREN per esigere una moratoria ai distacchi per tutto il periodo invernale. A Cosenza è stato occupato il San Gennaro, simbolo della speculazione nella cittadella universitaria. Blitz a Livorno con occupazione dell'ex-casa della cultura. Corteo interno nel Campus Universitario a Torino

h 13:00 Anche i tornelli della metropolitana milanese aderiscono allo sciopero :) nuntepago in corso adesso

h 12:50 Padova Il corteo torna in prefettura dopo aver attraversato il centro. Lo sciopero della logistica continua con blocchi nella zona industriale! A Carpi il presidio Transtir si sposta sotto il comune

h 12:46 Ancona I lavoratori della logistica in piazza anche nel capoluogo dorico, presidio davanti alla Prefettura

h 12:42 Verona in piazza Bra. La lotta dei lavoratori si intreccia con quella del movimento per il diritto alla casa. Diversi gli occupanti presenti questa mattina.

h 12:30 A Modena i facchini sfilano per le strade della città

h 12:17 Pisa I lavoratori dell'orange pretendono diritti! Con il blocco i dirigenti si sono decisi ad incontrare i lavoratori "SE NON OTTENIAMO QUELLO CHE VOGLIAMO RIMANIAMO QUI A BLOCCARE!  QUESTO È SOLO L'INIZIO!" Basta avere paura, basta essere ricattati oggi ci riprendiamo solo una piccola parte di quello che ci spetta!

h 12.14 Un tir cerca di sfondare il blocco dell'interporto a Bologna rischiando di investire i facchini, ma il tentativo viene sventato e deve ritirarsi dietro la celere. A Roma parte il corteo dei lavoratori della logistica in via Salone. Ben 500 studenti occupano le strade di Lovere in Val Camonica.

h 12:10 Milano: dalla prima mattinata sciopero al 100 % anche a Carpiano, Lentate e alla Bennet di Turate.

h 12:02 A Padova dopo essere stati sotto la prefettura per chiedere diritti e per urlare no al Jobs Act e al Governo Renzi in centinaia si è partiti in corteo per le strade della città!

h 12:00 Ormai oltre 7 ore di blocco all'interporto di Bologna.

h 11:51 A Firenze il corteo di studenti è stato caricato dalla polizia. A Bologna assemblea degli studenti universitari alla Facoltà di Lettere.

h 11:45 A Teverola, fra Caserta e Napoli, il blocco dei cancelli continua fino a ora pranzo per fare in modo che il lavoro "perso" non gravi sulle spalle di chi si troverà a finire il turno. La risposta dei lavoratori è stata positiva sia nell'adesione al picchetto da parte degli scioperanti, che nell'interesse sollevato in chi era già dentro ai cancelli a lavorare... Chi si avvicinava a inteloquire era ripreso dai capi, che gli intimavano di rientrare!

La digos e i dirigenti dell'azienda hanno inizialmente fatto pressione sui lavoratori e sull'assemblea di sostegno della logistica per far sciogliere il picchetto e hanno provato a far passare dei furgoni dicendo che all'interno (cosa non vera) c'erano medicinali.

h 11:43 La giornata di mobilitazione si manifesta anche a Palermo: centinaia di senza lavoro, senza casa, precari e studenti in piazza contro Renzi e Crocetta

h 11:24 Inarrestabile la marcia degli scioperanti a Pisa verso l'aeroporto: in testa al corteo i lavoratori Orange. A Cosenza occupati mezzi pubblici in direzione Unical. A Modena sotto la sede dei confederali risuona il sempre attuale slogan: "Questo palazzo non serve a un cazzo!". Continua la mobilitazione degli occupanti di case a Firenze.

h 11:22 Mentre continua il presidio alla TNT di Teverola, Caserta, a Bagnoli vicino Napoli decine di precari, studenti e lavoratori occupano gli edifici della Città della Scienza. Altri frange dei movimenti per il diritto all'abitare in movimento in città.

h 11:18 aggiornamenti da Roma. In questo momento sta per partire il corteo nella zona degli stabilimenti e dei centri di smistamento logistica. Circa 500 persone fra occupanti e lavoratori, partecipazione molto alta, soprattutto per la zona di Salone, ovvero la Tiburtina più esterna. Qui sono iniziate le lotte con l'SDA, e qui stanno tornando a raccogliere! Il blocco stamattina è stato reale, il danno all'azienda è stato grandissimo. Camion in fila e driver che non escono. Inoltre, per il percorso che si vuole fare con il corteo, prima di un'ora o due non riusciranno a muoversi. Le aziende pagheranno una penale di 30 euro per ogni pacco! L'attacco ai loro profitti è l'unico linguaggio che i padroni capiscono!

h 10:36 Assediato l'ufficio di ACER a Modena per esigere una soluzione alla grave emergenza abitativa. A Milano ragazzi thailandesi in lotta contro la dittatura militare accolti nel corteo meticcio.

h 10:24 Centinania di medi si congiungono con gli universitari in Porta San Donato a Bologna per poi continuare sui viali dove campeggia uno striscione di solidarietà agli alluvionati di Genova; mondo della formazione in piazza anche a Firenze e a Pisa, dove è stato picchettato il provveditorato. Bloccate le principali arterie di Modena!

h 10:15 Sciopero sociale anche a Cosenza, due concentramenti in corso. "Aboliamo il Piano Casa!" è il grido degli occupanti schierati a Bologna. Continua il blocco in Via di Salone al magazzino SDA di Roma.

h 10:05 Blocco totale all'IKEA di Piacenza, mentre proseguono i blocchi anche a quella di Pisa

h 10:00 Dozzine di scioperanti sul Lungarno Gambacorti a Pisa. Occupata la SEPI, ufficio di riscossione tributi comunale! A Livorno assemblea permanente all'acciaieria TRW.



h 9:50 Studenti medi ormai da quasi un'ora in possesso delle porte di Bologna: folla a Porta Sant'Isaia, Porta Galliera e Porta Santo Stefano. Continuano i blocchi degli universitari su via Zamboni. Milano in piazza a tutto campo contro la Lega Nord.

h 9:45 100% di adesione al picchetto davanti all'SDA di Roma, rimpolpato anche dagli occupanti di case. Abitanti dei condomini meticci e ribelli di Bologna affollano Piazza dell'Unità.

h 9:30 Traffico interrotto sotto il comune di Livorno dal picchetto dei lavoratori Cooplat. Il movimento di lotta per la casa scende in campo anche a Firenze. Si incendiano gli animi anche all'adunata di studenti, lavoratori e precari all'Ex-Depo51 a Modena!

h 9:00 Gli studenti medi iniziano a riversarsi in massa nei viali di Bologna! Contemporaneamente blocchi in zona universitaria delle facoltà che danno su Via Zamboni. Un nutrito corteo di facchini marcia nel cuore della zona industriale di Brescia. A Pisa i picchetti dell'IKEA raggiungono il centro città. Alle porte della capitale i lavoratori della logistica iniziano a radunarsi davanti al magazzino dell'SDA all'hub di Roma 1. E intanto gli universitari occupano un nuovo spazio alla Sapienza: benvenuto, Lucernario 2.0!

h 8.30 - Adesione allo sciopero totale. Sul posto a Brescia facchini Tnt, Sda e Gls, con i solidali. Tra poco si parte in corteo.

h 8:00 Scatta lo sciopero sociale degli studenti medi, cortei a Bologna e Modena. Bloccata la CEVA ad Albairate, la DHL a Settala, e la Dielle a Cascina dei Pecchi vicino Milano.

h 7:00 Alla SDA di Stezzano, Bergamo minacce al picchetto da parte di un camion che provava a forzare il blocco, il cui autista avrebbe minacciato i manifestanti con una pistola. Corteo di auto, bici e motorini sciama nella zona industriale di Padova.

h 6:00 Partite nella notte al grido di "Sciopero, Sciopero!!" le proteste all'interporto di Bologna, si ingrossano le fila dei mezzi bloccati. Amplissima la partecipazione dei facchini che bloccano lo stradone ed allestiscono un punto informativo per gridare le ragioni dello sciopero e connettersi alle altre realtà in lotta. Radio Onda d'Urto riporta del blocco totale a SDA, GLS, TNT e a tutto il polo della logistica di Brescia sud. Facchini della TNT incrociano le braccia anche a Teverola, in provincia di Caserta. Presidi dei sindacati di base anche nel nordest a Grisignano, Dueville e Montecchio Maggiore in provincia di Vicenza e a Palmanova vicino Udine.

h 5:00  A Pisa bloccati camion in entrata ed in uscita dall'IKEA dopo il licenziamento di 11 lavoratori; presenza di solidali dalle città vicine. Occupata ieri la sede dell'ente di gestione delle case popolari APES da cittadini dei quartieri Sant'Ermete, Gagno, Cep e San Giusto, che saranno di nuovo in piazza alle 9 sotto alle Logge dei Banchi.

h 3:00 Caricato da un'imponente spiegamento di celerini il picchetto al CAAT di Torino, la piazza resiste. Gli agenti blindano l'area ostacolando l'arrivo di un'ambulanza in soccorso di un lavoratore ferito. Schedati in seguito lavoratori e solidali, in cinque vengono portati via.

h 24:30 Padova I blocchi sono cominciati da poco e già via Inghilterra è bloccata, adesione al 100% in GLS TNT BARTOLINI DHL.

h 24:00 Almeno 300 poliziotti militarizzano il Caat di Torino per impedire lo sciopero dei facchini.

h 22:00 Comincia la giornata di scioperi e blocchi dei lavoratori della logistica. Primi picchetti a Padova e al CAAT di Torino.

Raccolta di interviste durante la giornata

Interviste a cura di Radio BlackOut

Torino, Maurizio redattore di RBO, prime valutazioni all'alba dopo le cariche all'interporto e caat

 


Pisa, Martino dal picchetto Ikea.

 


Bologna, Fulvio di InfoAut dai blocchi in città

 


Roma, Irene dei BPM, dal corteo di facchini e movimento

 


Firenze, Luca del movimento di lotta per casa, su corteo studentesco

 


Interviste a cura ONDAD'URTO
Bergamo, Stefano SiCobas su blocchi alla SDA "Blocchi dei facchini anche alla Sda di Stezzano, vicino Bergamo, dove il blocco ha dovuto respingere il tentativo di forzatura di un camion il cui autista ha anche minacciato i presenti estraendo una pistola."

 


valutazioni generali di Aldo Milani, Si Cobas

 

 

Interviste a cura di RadiAzione.info

Torino con Alberto un racconto della notte e di blocchi ai mercati generali, della pesantissima militarizzazione e dei fatti che hanno portato al decesso per infarto di un commerciante compreso l'arrivo inspiegabilmente tardivo dell'ambulanza.

 

 

Piacenza un intervista ad Edoardo del SI Cobas dal picchetto ai cancelli dell'IKEA

 

 

 Milano un intervista ad Umberto del SI Cobas

 

 

Padova un intervista a Marco di ADLcobas dopo l'intensa notte di blocchi cominciati alle 21 del 15 ottobre.

 

 

 

Siamo tutti ABD ELSALAM

abd elsalam

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Cliccando su approvo acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy