Solidarietà dei docenti calabresi ai lavoratori Ikea

striscione in solidarietà con i lavoratori ikea

Ripubblichiamo da Orizzonte Scuola.
“Insegnanti calabresi” e il Movimento docenti autoconvocati solidarizzano, insieme a "Docenti per la Scuola Statale Pubblica", con le lavoratrici e i lavoratori dell'IKEA che da giorni manifestano il loro dissenso nei confronti delle nuove politiche gestionali della società datrice di lavoro.

 

I lavoratori dell’Ikea sono di nuovo in sciopero dall’inizio di agosto in tutto il paese e chiedono all’azienda che sia rinnovato il contratto integrativo aziendale, che garantiva una serie di benefici rispetto al contratto nazionale del commercio.

Alcuni degli striscioni di protesta riassumono bene la situazione: “Lavoratori italiani, mobili svedesi, stipendi cinesi” e “Offerta speciale, sconto del 20 per cento su tutti i dipendenti Ikea”.

La trattativa tra sindacati e azienda è in atto, ma i risultati tardano ad arrivare. L'IKEA, a livello internazionale, non è certo in crisi e si fa fatica a comprendere come si possano pretendere dai lavoratori condizioni di lavoro peggiorative. Non è più tollerabile che l'unica attenzione,in qualsiasi luogo di lavoro, venga assegnata al mero profitto.

I docenti calabresi sono vicini ai colleghi lavoratori IKEA e si rendono disponibili a partecipare ad eventuali azioni di lotta contro l'abuso dei diritti dei lavoratori, diritti che tutte le categorie unite devono assolutamente difendere.

Rete Camere Popolari del Lavoro