[Roma] I lavoratori Sky in lotta contro i licenziamenti!

b_300_0_16777215_00_images_02_lotte_cosa_si_muove_2017_03_21_sky_licenzimenti.jpg

A Roma ormai le vertenze si susseguono con una frequenza allarmante.
Questa volta, l'ennesima manovra di arricchimento sulle spalle di lavoratori e lavoratrici, è stata messa in atto dalla proprietà e dalla dirigenza della piattaforma televisiva a pagamento Sky.

Ciò che sorprende è la sempre crescente arroganza con cui i piani di ristrutturazione vengono pensati ed imposti. Il 17 gennaio l'a.d Andrea Zappia ha annunciato, oltre ai 200 esuberi, il trasferimento da Roma a Milano di 400 persone. E' un piano aziendale messo in atto al di là del normale iter previsto in questo genere di manovre. Il motivo è presto detto. Sky non essendo una società in crisi, e chiudendo l'anno con il 141% di utili ed un aumento dei ricavi del 9%, vuole massimizzare i profitti. Per farlo si affida ad una robotizzazione della produzione negli studi di Milano, grazie anche a sgravi statali (per la cosiddetta "industria 4.0", che non si sa bene cosa significhi a parte regali fiscali per le aziende). L'azienda, completamente indifferente al destino dei lavoratori della sede di Roma e al di fuori della legge, per quanto riguarda i trasferimenti, non coinvolge la r.s.u, verificando insieme il percorso prescritto dalla norma 2103 del codice civile. Si rivolge piuttosto alle singole persone chiamandole, una ad una, negli uffici del personale per un'accettazione “spontanea” del provvedimento. Stesso trattamento “ad personam” è imposto per i licenziamenti. Ecco che però a tutto questo cominciano ad opporsi gli stessi lavoratori creando un comitato auto-organizzato. E già, perché a fare rete, da un po' di tempo a questa parte, non sono solo gli imprenditori e le forze politiche di governo. No, sono i lavoratori ex Almaviva, Alitalia, Telecom. Sono gli occupanti in emergenza abitativa aggiungiamo noi. Perché, non è superfluo ribadire, che, se perdi il lavoro, sempre più spesso perdi anche la casa. Il comitato quindi, proprio guardando alle loro esperienze e cogliendo gli inviti all'unità dei lavoratori, più volte partiti dalle piazze e dai presidi, rilancia un incontro insieme a tutte queste realtà che si terrà presso il centro sociale ESC l'8 aprile. Crediamo che sia una data importante da appoggiare con forza, per compiere un altro piccolo ma deciso passo verso l'unità di classe.

Qui potete ascoltare direttamente la voce di una delle lavoratrici in lotta, intervista da Corrispondenze Operaie: http://www.ondarossa.info/newstrasmissioni/2017/03/sky-roma-8-marzo-scuola-roma

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Cliccando su approvo acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy