[Roma] CCNL Igiene ambientale: i lavoratori spiegano perché votare NO

ama: perché votare no

Dopo 30 mesi dalla scadenza del ccnl, due scioperi e tanta attesa, i lavoratori dell'igiene ambientale sono chiamati a decidere sull'ipotesi di rinnovo siglata da padroni, Cgil, Cisl, Uil e Fiadel.

Un accordo che porta indietro di anni il mondo del lavoro, in cui si accetta l'aumento dell'orario di lavoro, un ridicolo aumento di salario e si scarica il peso della crisi sulle tasche dei lavoratori in cambio di tutele a termine.  Il recepimento del decreto Madia e del codice appalti che avvelenano in maniera determinante la contrattazione è palese e proprio per questo la votazione in corso diventa importante non solo per il comparto ma per tutti i lavoratori.

Sui posti di lavoro è tanto il fermento e ci si auto-organizza in un comitato nazionale per il NO che ingloba tutte le componenti conflittuali presenti a livello nazionale e sorte negli anni nelle singole aziende. E ora la parola a un lavoratore AMA, l'azienda romana in cui sono appena iniziate le votazioni e in cui il NO è già in vantaggio!

Rete Camere Popolari del Lavoro