[Firenze] Continua la mobilitazione dei lavoratori di biblioteche e archivi

Giovedì 10 luglio, si è tenuta l'assemblea i lavoratori in appalto delle biblioteche e archivi del Comune di Firenze contro la riduzione del salario, il subappalto, l'introduzione della banca ore... Tutti peggioramenti che la cooperativa sta provando ad imporre ai lavoratori, minacciando di licenziare i dissidenti, durante il cambio appalto. Pubblichiamo di seguito il volantino di convocazione.

lavoratori in appalto firenze

Luglio è un mese crudele....

Luglio è il mese simbolo delle nefandezze perpetrate a danno dei lavoratori, non poteva sottrarsi a questa regola l'ultima nefandezza fatta a danno dei lavoratori delle biblioteche e degli archivi dei comuni di Firenze, Scandicci e Lastra a Signa.

A 70 lavoratori che da anni garantiscono con professionalità questi servizi, con l'infame ricatto del licenziamento viene imposto:

  • la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro in cambio di una nuova assunzione che li priva di 72 ore di permessi
  • di farsi carico delle ore di formazione e svolgerle al di fuori dell'orario di lavoro
  • di accettare una ristrutturazione degli orari di lavoro che li vedrà in costante debito orario e quindi sempre a disposizione delle ditte vincitrici dell'appalto
  • la perdita di parte del salario finora corrisposto come superminimo per i lavoratori dell'archivio storico (circa 150 euro mensili)
  • il delivellamento dal 2° al 4° livello con perdita salariale di circa 300 euro mensili per 3 lavoratrici
  • la cessione di 8 lavoratori ad una ditta che lavora in subappalto e che non ha nessun rapporto con la committenza, esponendo questi lavoratori al rischio di essere estromessi nel prossimo rinnovo dell'appalto

La causa principale di questa situazione, oltre all'arroganza padronale è la scelta operata dal Comune di Firenze di non inserire nel capitolato di appalto le garanzie a tutela dei lavoratori,del loro stipendio e dei loro diritti.

In seguito alle mobilitazioni dei lavoratori il comune si era impegnato a verificare la congruità delle offerte a garanzia del mantenimento delle condizioni retributive e normative del precedente appalto... per noi quest'impegno va mantenuto!

Abbiamo già incontrato la presidente della Commissione Lavoro del Consiglio Comunale e nella prossima riunione di commissione l'argomento sarà inserito all'ordine del giorno

INVITIAMO I LAVORATORI A NON SOTTOSCRIVERE LA RISOLUZIONE CONSENSUALE DEL RAPPORTO DI LAVORO

Giovedì 10 luglio, si è tenuta l'assemblea i lavoratori in appalto delle biblioteche e archivi del Comune di Firenze contro la riduzione del salario, il subbappalto, l'introduzione della banca ore..tutti peggioramenti che la cooperativa sta provando ad imporre ai lavoratori, minacciando di licenziare i dissidenti, durante il cambio appalto. Pubblichiamo qui il volantino di convocazione.

Abbiamo ripreso l'intervento dell'Avvocato e del delegato Rsu cobas del Comune di Firenze perchè può essere utile a molti lavoratori in appalto, dato che le dinamiche sono sempre le stesse. Le cooperative utilizzano la crisi e il momento del cambio appalto per ridurre il costo del lavoro. In questo video proviamo a spiegare come avviene questo passaggio.

Il comunicato è redatto da un gruppo di lavoratori dei servizi bibliotecari ed archivistici del Comune di Firenze che non intendono sottostare al ricatto da parte delle ditte vincitrici dell'appalto.

Per info: 3496277780 - 3338265573

Rete Camere Popolari del Lavoro