[Reggio Emilia] P&G: un nuovo blocco, una nuova vittoria dei facchini

Facchini_reggio.jpg

Si allarga il fronte di lotta nell’Emilia delle cooperative, dopo Piacenza, Bologna e Modena il 4 Agosto è stata l’ora della Provincia di Reggio Emilia.

(da infoaut.org) Il 4 Agosto, dalle ore 5:30 i lavoratori della Cooperativa Marazzi sostenuti dal sindacato Si Cobas e da molti solidali tra cui numerosi lavoratori di altri magazzini provenienti da Modena, Bologna e Piacenza insieme allo Spazio Guernica di Modena, hanno bloccato i cancelli d’entrata della multinazionale P&G (Procter & Gamble), bloccando diversi camion in ingresso e uscita.

Questo è l'ennesimo caso di una multinazionale che, per abbattere i costi del lavoro, appalta parte della produzione a cooperative che sfruttano e tolgono dignità alle lavoratrici ed ai lavoratori. Ancora una volta lavoratori carichi di rabbia ma con il sorriso sulle labbra, attraverso l'ormai consolidata pratica del blocco, hanno scandito i tradizionali slogan che caratterizzano i picchetti e i momenti di lotta: “ sciopero sciopero”, “ giù le mani dal facchino”, “ il facchino paura non ne ha”.

Proprio questa determinazione ha fatto si che si sia arrivati dopo poche ore a ottenere un tavolo di trattativa fissata nel primo pomeriggio e che ancora una volta ha portato a casa una vittoria importante arrivando alla firma degli accordi con l’ottenimento di tutte le rivendicazioni dei lavoratori. Queste vittorie ottenute attraverso la lotta non fanno altro che confermare la necessità delle scadenze autunnali fissate del movimento in occasione del campeggio di luglio in Val Susa.

Dobbiamo allargare l'orizzonte delle lotte fino a fargli abbracciare momenti e luoghi diversi:dal picchetto alla città fino ai quartieri per riprenderci quello che ci spetta.

Alla lotta! Al Picchetto! Con lo sguardo già rivolto al 16 ottobre.

Rete Camere Popolari del Lavoro