[Ferrara] Picchetto dei facchini alla "Mirror". Titolare tenta di investirli, la polizia medita lo sgombero

picchetto alla mirror di ferrara

Ripubblichiamo da Radio Onda d'Urto
Sciopero a oltranza dei facchini della cooperativa L.K. Bolognese di Ferrara che opera in appalto per conto della Sant’ Agostino Mirror. Una protesta iniziata ieri mattina all’alba con il blocco ai cancelli dell’azienda di lavoratori, sostenuti dal sindacato Si Cobas e solidali.

La dirigenza per tutto il giorno non si è fatta vedere e non è stato istituito nessun tavolo di trattativa; da qui la decisione, al termine di una assemblea, di proseguire con la lotta.

Questa mattina l’aggressione da parte del titolare dell’azienda che è arrivato con la sua auto, ha cercato di forzare il blocco e investendo tre facchini medicati da una ambulanza. Sul posto è arrivata anche la celere intenzionata sgomberare i lavoratori anche se per il momento la situazione è tranquilla. I facchini chiedono il reintegro dei 16 lavoratori licenziati perchè attivi nel sindacato.

Nei mesi scorsi, grazie alla lotta avevano strappato la promessa di un reintegro. Promessa che però ad oggi è stata disattesa.

Vi proponiamo la corrispondenza di Simone Carpegiani, del Si.Cobas Bologna, presente ai picchetti e registrata alle 11 di questa mattina

 

La protesta dei facchini arriva alla vigilia della Saie, la fiera internazionale dell’immobile a Bologna, dove è atteso anche il presidente del consiglio Matteo Renzi. Ad accoglierlo domani anche il movimento bolognese per il diritto all’abitare contro la speculazione e il piano casa, ma non solo in piazza un po’ tutte le realtà bolognesi e ovviamente anche i facchini della Mirror. L’appuntamento è per le 9 all’incrocio tra via Stalingrado e via Donato Creti.

L’aggiornamento sulla lotta da Eleonora, del laboratorio Crash! di Bologna.

 

 

Rete Camere Popolari del Lavoro