Mappatura ( parziale e non esaustiva) delle vertenze in corso in campania

2015_05_20_vertenze_campania.jpg

Lavoratori pubblici – corteo usb

Venerdì 20 i lavoratori pubblici, dei servizi esternalizzati, delle aziende partecipate e degli Lsu-ATA della Scuola si sono fermati a Napoli a Roma e a Milano per protestare contro la Legge di Stabilità. Contro una legge che di fronte alla situazione generale del pubblico impiego propone come soluzione quella di introdurre un aumento salariale di 5 euro in busta paga al mese.  Una situazione quella del pubblico impiego in cui i lavoratori si trovano senza rinnovo del contratto nazionale dal 2009 e con un aumento dei carichi di lavoro dovuti al blocco delle assunzioni (e quindi del turnover) previsto dalla Legge Brunetta, a fronte di una riduzione del salario accessorio, licenziamenti di numerosi precari, tagli alle risorse destinate ai servizi pubblici ed una pesante restrizione del diritto di sciopero. 

Fonti: NapolitodayClashCityWorkers

 

Caremar

Fermi per 24 ore le navi della lineaa Caremar che collega le isole di Capri, Ischia, Procida ed il Molo Beverello. Lo sciopero del 16 novembre è stato indetto in seguito agli esuberi indicati dopo il nuovo assetto societario avvenuto lo scorso mese di luglio. Le organizzazioni sindacali denunciano tagli al personale che unito al sempre più intensificarsi degli orari lavorativi in molti casi non garantisce il necessario recupero psico – fisico dei lavoratori. Queste criticità sono state già sottoposte al vaglio della Capitaneria dei Porti e degli Enti del Ministero competente, ma nel precedente incontro non è stata trovata nessuna soluzione.

Fonti: Ansa, IlMattino 12

 

Asl caserta

Servizi esternalizzati, gare a ribasso e la paura di ritrovarsi sullo stesso posto di lavoro ma con la divisa di un altro padrone e le condizioni di lavoro nettamente peggiorate.
Venerdì scorso quasi 400 lavoratrici e lavoratori dei sette distretti sanitari dell’Asl di Caserta hanno incrociato le braccia per un’interna giornata. I lavoratori, sostenuti dalle sigle sindacali di categoria Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uil-Trasporti e Cub da mesi chiedono di annullare la gara di appalto indetta dal Commissario Straordinario dell'ASL Caserta, Gaetano Danzi, per il nuovo servizio di pulizia. Questa gara, vinta da un’azienda torinese al solo costo di 12 milioni di euro, determinerà un sicuro dimezzamento delle ore di lavoro degli stessi lavoratori.

Fonti: IlMattino

 

Ferrovieri

Sciopero del personale ferroviario quello di venerdì 27 che ha generato rallentamenti e ritardi in diverse tratte regionali dei treni coinvolgendo tutte le città da Nord a Sud. Il mondo dei trasporti, sempre più piegato dai progetti di privatizzazione, svendita e smembramento del comparto Fs, si trova a dover fare i conti sicurezza sul posto di lavoro sempre più precaria e sempre minor efficienza dei servizi per gli stessi clienti pendolari.

Fonti: RainewsCub

 

Rete Camere Popolari del Lavoro