[Airola – BN] Sede di Confindustria occupata, lavoratori della Vima ottengono reintegro di un collega

2016_02_17_VimaBenevento2.jpg

Il rispetto degli impegni presi dovrebbe essere un punto d’onore. Eppure, non è raro che gli imprenditori nostrani si rimangino la parola data con delle piroette degne dei migliori ballerini a livello internazionale.

Dopo il caso della TNT di Marcianise e Teverola, è la volta della Vima s.r.l., di Airola, associata al GS Carrefour.

La società del beneventano aveva promesso il reintegro di un lavoratore precedentemente licenziato. La promessa era stata strappata dai colleghi della persona “dismessa”, grazie all’occupazione dello stabilimento aziendale. Poche ore dopo, però, la doccia gelata. Il licenziamento rimaneva infatti valido. È servita allora un’ulteriore occupazione, stavolta della sede sannita della Confindustria, di cui la Vima s.r.l. è associata, per sbloccare definitivamente la situazione. I lavoratori, giunti con il supporto dei sindacati, sono stavolta riusciti ad ottenere l’impegno scritto dei dirigenti. E solo quando è arrivata la tanto agognata “carta” hanno deciso di mettere fine all’occupazione, durata un paio d’ore.

Fonti:
Gazzetta di BeneventoRassegna.i

Rete Camere Popolari del Lavoro