Igiene ambientale: 16 ottobre incontro nazionale comitati per il NO

igiene ambientale

Le consultazioni sul rinnovo del ccnl dell'igiene ambientale stanno per concludersi. Il fronte del NO ha vinto in maniera netta in grandi città come Genova, Milano e Roma e in molte realtà medio piccole come Trento, Empoli e Monza.

Ora è necessario capitalizzare questi fondamentali risultati e rilanciare la lotta riaprendo la vertenza sul contratto e aprire un periodo di lotta che coinvolga ogni singolo lavoratore. Se ne discuterà a Firenze il 16/10 durante un incontro tra i comitati per il NO di tutt'Italia. L'aspirazione è quella di costruire un fronte unico in grado di lanciare mobilitazioni e generalizzare la lotta per maggiori tutele, maggior salario e contro privatizzazioni e peggioramento delle condizioni del lavoro nel comparto dell'igiene ambientale. E in prospettiva allargare la lotta agli altri servizi pubblici locali.


Appello per un’assemblea nazionale  dei lavoratori dell’Igiene Ambientale


L’intesa per il rinnovo del CCNL Igiene Ambientale, siglato da CGIL-CISL-UIL e FIADEL con Utilitalia-FISE, difende esclusivamente gli interessi delle aziende,  peggiora notevolmente le nostre condizioni di lavoro, ipoteca il diritto di sciopero e di malattia, in cambio di  pochi spiccioli elargiti ai lavoratori per di più gestiti in parte dagli stessi vertici Confederali attraverso Enti Bilaterali e Previdenza Complementare

Di fronte a un affronto così evidente, si è sviluppata un’ondata di indignazione e di rabbia a livello nazionale che, oltre alle organizzazioni sindacali di base e conflittuali, ha coinvolto anche decine di attivisti e iscritti tra i Confederali.

Comitati spontanei per il NO si sono così costituti in varie aziende, riuscendo in breve tempo ad allargare la propria influenza e a ottenere un netto voto contrario in molte assemblee, da Milano a Bari, passando per Genova, Bologna, Firenze e Roma.

Entrando in contatto spontaneamente a livello nazionale emergeva quindi l’idea di coordinare gli sforzi e di fondare un Coordinamento stabile di tutte le forze disponibili a battersi su una piattaforma di lotta alternativa all’intesa dei Confederali, di andare cioè oltre l’esito delle consultazioni per costituire un punto di riferimento alternativo alle burocrazie sindacali

Idea che ha incontrato una volontà forte ed esplicita da parte dell’assemblea dei lavoratori e delle lavoratrici del 30 settembre ad Empoli, dando una spinta definitiva alla convocazione di una prima Assemblea Nazionale sul seguente ordine del giorno:

    1. Piattaforma rivendicativa di settore
    2. Calendario di iniziativa e di lotta
    3. Organizzazione e funzionamento del Comitato Nazionale

                           16 OTTOBRE  FIRENZE  (PARTERRE)  – PIAZZA DELLA LIBERTA’ ORE 10,00

Raggiungibile da Stazione Santa Maria Novella Bus ( 1 che ferma in Pizza Libertà ) (11-17 in via Fra Bartolomeo chiedere conducente ) entrambi 10 minuti dalla stazione.

COMITATO NAZIONALE PER IL NO ALL’ACCORDO DEL 10 LUGLIO

Per contatti

contatti FB “Comitato per il NO all’accordo del 10 luglio”.
COMITATI PER IL NO.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Rete Camere Popolari del Lavoro