[Firenze] I lavoratori del censimento del Comune ottengono finalmente una trattativa con l'amministrazione Comunale

Dopo due presidi (l'ultimo lunedì 27 febbraio) ed altrettante assemblee autorganizzate gli operatori del censimento sono stati riconosciuti come controparte. Nel frattempo le operazioni censuarie nel capoluogo toscano sono state prorogate al 31 marzo, per evidenti ritardi, il che rende cruciale il ruolo degli operatori nella conclusione della rilevazione.

Essi chiedono un pagamento in tempi brevi dei propri salari (pagamento che era stato posticipato dall'amministrazione al 2013), una rivalutazione del salario ed un contratto a tempo determinato al posto dell'attuale cottimo differito.

Anche a Milano i rilevatori sono in mobilitazione, al centro della lotta il ritiro dei contratti di prestazione occasionale e la stipula di nuovi contratti a tempo determinato, nonché il pagamento immediato dei salari; la trattativa con l'Amministrazione Pisapia, aldilà delle promesse e delle aperture, per ora è ad un punto fermo.

info e contatti Firenze: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Rete Camere Popolari del Lavoro