Manifestazioni e volantinaggi in tutti gli store Eataly. Segui la diretta

protesta lavoratori eataly

Continua la mobilitazione contro Eataly.... Oggi giornata di lotta negli Store italiani e anche a New York. Di seguito la diretta, sotto i motivi della mobilitazione

Oggi i lavoratori di #Eataly lanciano a sorpresa una giornata di mobilitazione in tutti gli store di #Farinetti! appuntamenti in tantissime città, per presidi, volantinaggi etc! per la riassunzione dei ragazzi licenziati, per il rispetto dei diritti di tutti!

Torino h 12 - Bari 10.30 - Roma: 10.30 - Milano: 15.30 - Genova: 11 - Firenze 10.30 - e siamo anche a NEW YORK!

DIRETTA

- Azione di solidarietà a New York City!

- Inizia il volantinaggio anche a Milano e con nostra sorpesa troviamo affisso il volantino che Farinetti ha fatto scrivere in difesa della sua azienda (volantino che sta distribuendo anche ai clienti).
Dopo pochi minuti che è iniziato il volantinaggio è uscita la sicurezza di Eataly dicendo che ce ne dovevemo andare visto che quello è "suolo di Eataly"
Intanto i lavoratori prendono i volantini e li ditribuiscono ai colleghi all'interno dello store.
La vigilanza strappa di mano i volantini ai clienti che entrano, dicendo che lì ci sono scritte solo menzogne

- A Trieste volantinaggio davanti ai vari stands Eataly presenti nel villaggio della barcolana

- Ci scrivono da Bari: "La clientela non era molta anche perchè oggi a Bari fa molto caldo e la gente e al mare. Arrivati li abbiamo messo gli striscione e dopo circa 15 minuti è uscita incazzata ed arrogante quella che penso sia una dei capi che ci ha chiesto chi eravamo e cosa volevamo appena abbiamo risposto è tornata dentro rabbiosa.

Verso le 11.30 sono usciti due che penso siano capi reparto che sono stati con noi circa 15 minuti: loro molto cordiali e ribadivano con più cortesia quello che era scritto nel volantino di Eataly, anche se hanno ammesso che non è il paradiso. Durante il volantinaggio alcuni dei clienti ci hanno segnalato che dentro stavano distribuendo i volantini di Eataly contro di noi"
Insomma, Farinetti prova a rendere pan per focaccia. Peccato che il "nostro amico" non abbia capito una cosa fondamentale: è facile difendersi da un volantino (soprattutto quando basta una chiamata per uscire su tutti i giornali), ma dalla rabbia e dall'organizzazione dei lavoratori no, da lì non si scappa!

- Volantini anche nell'Eataly Store del centro commerciale lingotto, il fiore all'occhiello di Farinetti a Torino

- Intanto a Firenze i lavoratori sono riuniti in assemblea...

- Arrivano le prime foto da Torino: i  lavoratori si informano sulle ragioni della protesta

- L'HuffingtonPost pubblica la notizia della domenica di lotta

- Roma

- Le foto di Bari

 

****

La forza di una lotta la si vede anche dalle reazioni che genera...Farinetti va sui giornali, ci minaccia, gira gli store e ci chiama "teste di cazzo"... E’ nervoso, e ora fa scrivere questo post per arginare la protesta... Le menzogne del post si commentano da sole (basta leggere con attenzione l’inchiesta dei lavoratori, ma è evidente che abbiamo fatto male a Eataly!

Ma la cosa più importante è che la lotta, il fatto di andare in televisione e farsi vedere da altri lavoratori di altri store che magari hanno paura, stanno già producendo i primi risultati: Eataly ha trattato e ha ceduto su molti punti, ha assunto a tempo indeterminato molti lavoratori. Abbiamo effettivamente inciso sulla vita delle persone..Ma non basta!

Gli accordi che CGIL e azienda stanno tentando di stipulare in tutta Italia sono insufficienti. Primo, perché probabilmente la percentuale di tempi indeterminati si attesterà intorno al 38% (e non all’80%, come l’azienda continua ad affermare), ben al di sotto le percentuali previste dal CCNL. Secondo, perché chi ha scioperato svelando la realtà è ancora in mezzo alla strada. Terzo, perché noi vogliamo che i lavoratori abbiamo la possibilità di organizzarsi per ottenere migliori condizioni di lavoro, prima fra tutte il recupero della disponibilità sulle proprie vite!

Per questo oggi saremo, insieme ad altri compagni, in sette sedi Eataly (tra le quali quella di New York) a dare la bella notizia! I lavoratori di Firenze, galvanizzati dalla mobilitazione, si riuniranno oggi in due assemblee successive per eleggere i propri rappresentanti sindacali ed aprire una vertenza con l’azienda, per estendere finalmente l’accordo siglato lo scorso 4 settembre. Questo vuol dire, contro tutte le balle raccontate da Farinetti, che chi si è esposto non è isolato, e che la lotta non si arresta con quattro boutades televisive! I lavoratori stanno dimostrando che una menzogna ripetuta mille volte resta pur sempre una menzogna!

Dateci una mano a costruire una campagna nazionale di sostegno a questi lavoratori. Non per infangare l’immagine di Eataly. Chi ci segue, sa bene che a noi interessano ben poco le squallide schermaglie a colpi di scoop che volano costantemente tra giornali di centro destra e giornali di centro sinistra. A noi interessa lottare per migliorare le condizioni di lavoro dei nostri simili. A noi interessa invertire la rotta verso cui la classe dominante in questo paese ci sta traghettando, oggi più che mai, con il Jobs Act. A noi interessa vincere questa lotta, per poterne vincere tante altre!

Scarica qui il volantino distribuito, qui il coupun da distribuire alle casse e qui il volantino distribuito a New York

Eataly   Ristorazione