[Milano] Il ministro Giannini accolto come merita dai lavoratori della scuola alla Festa del PD

b_300_0_16777215_00_images_02_lotte_cosa_si_muove_2015_09_06_Giannini.jpg

Venerdì sera il ministro dell’istruzione Stefania Giannini era a Milano per fare una passerella alla Festa Nazionale dell’Unità del PD. Nel centro ricco di Milano, la ministra pensava di poter incantare la platea parlando di come “vincere” fondi europei per l’istruzione, visto che il governo di fondi ce ne mette sempre meno, davanti a una claque compiacente.

 Ha invece ricevuto le contestazioni di tanti insegnanti che, come in tutte le altre città in cui è andata, l'hanno accolta chiedendole apertamente le dimissioni, definendo il nuovo decreto di alternanza scuola lavoro come sfruttamento legalizzato degli studenti. La protesta dei lavoratori della scuola, riuniti nel coordinamento tre ottobre, è ferma e agguerrita, e siamo andati a sostenerla per gridare alla ministra e ai suoi bonzi che non può parlare sulle spalle di quei lavoratori che stanno massacrando impunemente.

Nessuno sconto alla ministra, che non è riuscita a rispondere altro che “sempre gli stessi slogan”. Ebbe sì, ministra sempre gli stessi slogan e sempre la stessa opposizione davanti alla vostra politica sempre a favore dei profitti e dei padroni!

La ministra e il governo hanno già capito, anche se ostentano sicumera, che li aspetta un autunno caldo.

Rete Camere Popolari del Lavoro