Commenti e Analisi

Lotta – repressione – più lotta. Il ciclo nella logistica
Lotta – repressione – più lotta. Il ciclo nella logistica

179 denunce per la lotta dei lavoratori della logistica alla Granarolo; un attivista del Laboratorio Crash! di Bologna agli arresti domiciliari per aver partecipato all’iniziativa “Blocchiamo l’IKEA!” del 18 dicembre 2012 dinanzi al punto vendita di…

Leggi tutto

La disdetta del contratto dei bancari e una riflessione sullo stato delle banche italiane
La disdetta del contratto dei bancari e una riflessione sullo stato delle banche italiane

scarica in formato pdf e epubIndice: 1. Intro 2. La disdetta dell’Abi: una veloce analisi 3. Caduta della redditività e politica creditizia 4. Lo stato del sistema bancario italiano: costo del lavoro e innovazione 5. Tiriamo le fila…

Il 16 settembre, con una mossa a sorpresa, l’Abi ha comunicato ufficialmente il recesso unilaterale dal contratto dei bancari la cui scadenza era fissata per il 30 giugno 2014. Il contratto, che riguarda ben 330.000 lavoratori, era stato stipulato nel gennaio 2012 fra mille polemiche, come mai era accaduto nella storia della categoria. Polemiche che riguardavano sia il contenuto dell’accordo che le modalità con cui era stato condotto il negoziato, ma soprattutto il successivo passaggio di validazione da parte delle assemblee dei lavoratori.…

Leggi tutto

Collegato al lavoro, una sintesi ragionata
Collegato al lavoro, una sintesi ragionata

Con gli accordi separati di Mirafiori e Pomigliano delle ultimissime settimane si vuole imprimere una svolta decisiva a quel processo di distruzione della contrattazione collettiva e di stravolgimento delle relazioni industriali avviato ormai da diversi anni. Dal punto di vista normativo l'ultima tappa di quest'attacco più complessivo al mondo del lavoro è rappresentata dal cosiddetto "Collegato al lavoro" pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 9 Novembre dell'anno appena trascorso.

Di seguito una sintesi ragionata

Scarica il documento in pdf

Smantellamento del contratto nazionale, ricerca esasperata di una maggiore produttività con l'aumento dei ritmi e dei carichi di lavoro, meno sanzioni e controlli per la sicurezza sui luoghi di lavoro: sono questi i fronti caldi aperti dall’ultima offensiva padronale ai diritti dei lavoratori. L'obiettivo strategico è quello di fare ingoiare bocconi sempre più amari utilizzando strumentalmente la crisi economica, i rischi finanziari a cui l'Italia viene esposta e la tanto proclamata necessità di modernizzare il paese.…

Leggi tutto

Commento alle modifiche all'Art. 15 del Testo Unico per la Sicurezza sul Lavoro
Commento alle modifiche all'Art. 15 del Testo Unico per la Sicurezza sul Lavoro

Quattro morti al giorno è la normalità/ questa è l'Europa della precarietà. Questo è lo slogan che abbiamo gridato per le strade di Taranto alla manifestazione del 18 Aprile (promossa dalla rete nazionale per la sicurezza sui posti di lavoro) e mentre ricordavamo le tante vittime operaie durante il corteo del primo maggio a Napoli. Purtroppo non è solo uno slogan ma la triste realtà, infatti la situazione di precarietà che esiste sia in Europa che in Italia continua costantemente ad uccidere i lavoratori sia direttamente sui posti di lavoro che indirettamente (malattie, incidenti causati da turni di lavoro massacranti etc.).

E proprio in questo contesto il governo ha applicato la modifica del Testo Unico per la Sicurezza sul Lavoro facendo l'ennesimo regalo ai padroni svincolandoli ulteriolmente dalle loro responsabilità nei confronti dei lavoratori.…

Leggi tutto

"Preparatevi, perchè..." Dentro e oltre il 18 e 19 Ottobre

Nel momento in cui scriviamo, non sappiamo se le giornate del 18 e del 19 ottobre fungeranno da innesco, se riusciranno a lanciare finalmente una mobilitazione generale. Non sappiamo se saranno determinanti ai fini dell’esplosione del conflitto sociale che, in maniera sotterranea, serpeggia da tempo per il paese. Di sicuro noi abbiamo deciso di starci. E non per testimonianza, ma perché convinti che possa essere un inizio. L’inizio di un percorso che ci permetta di arrivare pronti, più forti, meglio organizzati, a quelle che saranno le sfide che ci si porranno innanzi da qui in poi.

Di una cosa, infatti, siamo certi: questa situazione di apparente stallo, in verità di lento declino, non durerà ancora per molto. A breve i nodi irrisolti del capitalismo italiano verranno al pettine e c’è da attendersi che le contraddizioni che si sono accumulate negli anni esploderanno con tutta la loro forza.…

Leggi tutto

La riforma Brunetta - Spunti di riflessione sulla legge 15/2009
La riforma Brunetta - Spunti di riflessione sulla legge 15/2009

Il 19 Maggio scorso è stato pubblicato sul sito del Ministero della Pubblica Amministrazione il testo dello schema di decreto legislativo di attuazione della legge 15/2009, "in materia di ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni".

Questo decreto rappresenta, senza dubbio, l'attacco più violento sferrato ai danni dei lavoratori del pubblico impiego negli ultimi trent'anni. Per comprenderne il senso, è necessaria un'analisi puntuale sugli aspetti principali toccati dal provvedimento e quindi sulle prevedibili conseguenze che avrà, anche al di là della Pubblica Amministrazione.…

Leggi tutto

Rete Camere Popolari del Lavoro